Riassumere. Ovvero come liberarsi dell’inutile.

Riassumere significa condensare il contenuto in un minore numero di parole, limitandosi a esporre i punti essenziali, o la trama. I punti essenziali: cioè il minimo indispensabile senza che si perda ciò che serve. Ma cos’è che serve? Questo lo si impara pian piano, con l’esperienza. Cominciate con il togliere aggettivi, avverbi, discorsi diretti, incisi, ecc.; sottolineate ciò che è indispensabile per la comprensione; evidenziate le parole chiave: il resto seguirà in automatico.

Il riassunto rielabora, in forma più semplice ma più breve, un testo di partenza e fornisce tutte le informazioni importanti sul contenuto.

Il primo passo, dunque? Togliere l’inutile, togliere tutto ciò che, anche se non ci fosse, il testo avrebbe ugualmente senso. Ma come facciamo a capire se stiamo procedendo bene? Interroghiamo il testo con domande essenziali: vediamo come risponde. Ad esempio, se abbiamo a che fare con un fatto di politica o di cronaca, proviamo a rivolgere questi cinque quesiti (le famose cinque w):

  1. Chi?
  2. Che cosa?
  3. Quando?
  4. Perché?
  5. Dove?

Ad alcune domande non risponde? Non va bene. Le risposte non sono chiare ed efficaci? Non va bene. Le risposte sono troppo lunghe? Non va bene.

Un buon riassunto deve essere conciso, funzionale, oggettivo. Deve, cioè, fornire solo le informazioni che servono, usare meno parole possibile, andare dritto al punto, liberarsi di commenti personali e esporre in maniera oggettiva e neutra i fatti.

Provate a procedere in questo modo. Dopo aver sottolineato le parti importanti, evidenziate le parole-chiave e riportatele su un foglio. Dopo questo provate a fare uno schema del contenuto del testo usando queste parole. Infine, scrivete il vostro riassunto.

Facciamo un esempio. Prendiamo una favola di Esopo e procediamo.

Il cervo e il leone

Un cervo giunse presso una fonte; mentre beveva, scorse la propria immagine nell’acqua e si rallegrò, vedendo che le sue corna erano così grandi e ramificate. Gli dispiacquero invece le gambe che trovava troppo deboli ed esili. Stava ancora facendo queste riflessioni quando comparve un leone che cominciò a inseguirlo, ma il cervo nella fuga lo precedeva di un buon tratto. E, finché davanti a lui si estendeva la pianura priva di piante, riusciva a correre più del leone, ma quando poi cominciò una zona selvosa il cervo, a causa delle corna, rimase impigliato fra i rami e, non potendo più correre, fu ghermito dal leone. Mentre veniva ucciso esclamò: “Sono stato proprio uno sciocco a non avere fiducia in ciò che costituiva la mia salvezza fidandomi invece di ciò che è stato la mia rovina”.

Spesso ci capita nella vita, quando ci troviamo nei pericoli, che diventino nostri salvatori coloro, fra gli amici, che avevano suscitato in noi dei sospetti e si rivelino, invece, traditori quelli che avevano guadagnato la nostra fiducia.

(Esopo, Favole, a cura di F. Maspero, Bompiani.)

In grassetto sono messe in evidenza le parti più importanti del testo.

Chi è il protagonista del racconto? Il cervo. Quali sono le sue caratteristiche importanti per la favola? Ama le sue corna e disprezza le sue gambe. Chi è il suo antagonista? Il leone. Qual è l’azione principale? Il leone insegue il cervo e lo uccide. Quali eventi lo aiutano? Le corna bloccano il cervo. Quali sono le parole importanti del testo? Cervo, leone, corna, gambe, inseguire, uccidere.

Qual è, dunque, il riassunto di questa favola?

Un cervo viene inseguito da un leone e muore per colpa delle corna che amava tanto; nonostante, invece, le gambe che tanto disprezzava avrebbero potuto salvarlo.

Vedete? Da 173 parole siamo passati a 26. Credete che, nel riassunto, manchi qualcosa? A me non pare. Direi che vi è contenuta tutta l’informazione necessaria.

Annunci

3 pensieri su “Riassumere. Ovvero come liberarsi dell’inutile.

  1. Ripeto il commento, perchè non sono sicuro di averte inviato correttamente.
    Ho ricevuto la tua adesione. Sono il primo emissario di Rivoevosofia e tutti gli emissari che verranno si evolveranno da me medesimo. Leggerti mi ha scaldato perché “the brains well built” saranno l’essenza dell’evoluzione energetica al collegamento diretto con l’energia di questo universo e la specie umana potrà tornare laggiù prima del big bang da dove è partita. Il sono il dinosauro che alcuni anni or sono, dopo 40 anni di tentativi, si è trovato nel posto giusto e al momento giusto per aprire il varco al software di Rivoevosofia e lascerò il passo a tutti i “brains well built” che doneranno quello che apprendono ad altri già simili a loro e ad altri che lo diverranno.
    Il semplice deve scivolare dal complesso e non da altri siti come dal complicato, allora diviene leggero proprio come indichi. Mi piace quello che dici ed è la base che Rivoevosofia indica per volare.
    Finché avrò energia sarò disponibile per tutti quelli come te. Benvenuto Danilo Aprigliano da Rivoevosofia.

  2. Ciao Danilo Aprigliano, ti mando lo stesso messaggio che ho inviato a Pasquale Allegro. Vi accomuna il fatto che vi ho conosciuto nella stessa giornata e ho avuto la medesima sensazione di armonia e bellezza.
    Sono il primo emissario di Rivoevosofia. Il programma di è fermato una settimana per rivedere i meccanismi energetici. Questo ha consentito un riordino della situazione. Anche in onore di “new entrants” vengono rebloggate le 134 pubblicazioni, ma non ci si limita assolutamente a questo, perchè verranno aggiornate ed implementate anche copiosamente di ulteriori dati. Ad un certo punto i commenti e le richieste potranno aiutare tutti nella concertazione di pratiche energetiche. Una conoscenza specifica al collegamento diretto con l’energia di cui ogni lettore cacciatore potrà disporre come vuole ed insegnare ai propri amici.
    Da ora non ci sarà alcun bisogno di ripercorrere a ritroso il corso rivoevosofico.
    Domani va in onda il 4rto Reblog. Grazie per esserci da Rivoevosofia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...